Storia dell'Arte

Il simbolismo: Odilon Redon

Odilon Redon (FR/ 1840-1916) fu in contatto con Gustave Moreau (FR, Parigi/1826-1898) a Parigi nel 1864. In quel periodo, già vicino alle tematiche simboliste, insieme al poeta parigino arrivò alla conclusione che la vera dimensione della pittura è il sogno.

odison redon bouquet de fleur dans une vase a long col, circa 1912

Odison Redon, Bouquet di fiori dentro un vaso a colo lungo, circa 1912, dim. cm 57 x 35, Parigi, Musée d’Orsay

La pittura di Odison Redon è simbolista. Il francese di Bodeaux sceglie soggetti della mitologia classica. Propone rivisitazioni del mito classico. Redon richiama alla memoria la conoscenza del mito greco. Le sue opere sono immagine di ciò che affiora dalla coscienza dopo che il mito si è sedimentato. Pegaso e le muse fa parte di una collezione privata parigina.

Odilon Redon, Pegaso e le muse, 1900 circa, Parigi, collezione privata

Odilon Redon, Pegaso e le muse, circa 1900,  Parigi, Collezione privata

Il simbolismo nasce ufficialmente a Parigi con il manifesto del 1886 scritto dal poeta Jean Moréas. Il movimento si sviluppò, oltre che nelle arti figurative, nella letteratura e nella musica. In letteratura il simbolismo si sviluppa specialmente in poesia. Ha come principio unico: il poeta deve trasmettere impressioni vaghe e personalissime. La corrente simbolista appartiene al XIX secolo, ma sarà amatissima nel corso del XX, periodo in cui gli artisti tengono presente un buon principio di massima: la mia arte è quello che vedo, passato attraverso la mia soggettività. La pittura simbolista è intimamamente connessa all’onirico, le altre derivazioni hanno declinazioni diverse,

Odilon Redon, Ritratto di Violette Heymann, 1909-1910, pastello 72 x 92,5

Odilon Redon, Ritratto di Violette Heymann, 1909-1910, pastello 72 x 92,5

Segui inside the Staircase. Il blog dedicato all’arte si sta addentrando nell’800…all’indietro! Le uscite sul Novecento sono online, Stay tuned!

 

Annunci

Categorie:Storia dell'Arte

2 risposte »

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.