Storia dell'Arte

Giovanni Fattori

Giovanni Fattori (1825-1908) dichiara a proposito della sua vita artistica, di averla condotta in maniera onesta e libera.

Considerato una delle personalità maggiori del movimento dei macchiaioli, non si fece mai costringere all’interno dei canoni della corrente artistica di cui si pone nascita nel 1856. Piuttosto i programmi dei teorici della macchia, gli erano così congeniali da non tangere la sua produzione con restrizioni.

Giovanni Fattori, Maria Stuarda al campo di Crookstone, olio su tela, 1859-1861, dim. cm 76 x 108, Firenze, Galleria nazionale di Arte Moderna

Giovanni Fattori, Maria Stuarda al campo di Crookstone, olio su tela, 1859-1861, dim. cm 76 x 108, Firenze, Galleria nazionale di Arte Moderna

La formazione artistica del pittore di origine livornese si compie a Firenze dove si reca a ventun’anni.

Fattori studia presso il maestro di pittura storico-romantica Giuseppe Bezzuoli. I suoi profitti sono scarsi, Fattori preferisce l’osservazione della natura, alle lezioni teoriche.

Fattori-ritorno-della-cavalleria

Fattori, Ritorno della cavalleria, 1888, dim. m 1,42 x 0,88

La sua personalità è maturata con lentezza all’interno di ambienti confacenti alle sue preferenze e ha subìto scosse con il coinvolgimento nei moti Risorgimentali del 1848. Lasciata la bottega del Bezzuoli, intorno al ’50 si avvicina al gruppo del caffé Michelangiolo, dove si sta iniziando a parlare di macchia.

Giovanni fattori, Libecciata, 1880-1890, olio su tavola, dim. cm 28,4 x 78, Firenze, Galleria Nazionale Arte Moderna

Giovanni fattori, Libecciata, 1880-1890, olio su tavola, dim. cm 28,4 x 78, Firenze, Galleria Nazionale Arte Moderna

Con il paesaggio rende il meglio di sé. Rimasto in Toscana per tutta la vita a eccezione di brevi periodi in Francia (Parigi) e a Roma, dipinge paesaggi con persone e senza. In ognuno dei suoi quadri si vede la sua intenzione di cogliere ciò che vi è di eterno nelle cose transitorie.

fattori_rotonda_dei_bagni_palmieri.fattori. insidethestaircase

Fattori, la Rotonda dei bagni Palmieri, 1866, olio su tavola, dim. cm 12 x 35, Firenze, Galleria nazionale d’Arte Moderna

Fattori si studia in maniera diametralmente opposta agli Impressionisti. Nei suoi dipinti non vi è la fugacità del momento, ma la solida immutabilità perenne.

A proposito dello studio dell’arte ai suo tempi afferma, “sta nelle manifestazioni della natura e nell’illustrazione sociale del nostro secolo”. In generale Giovanni Fattori non evade in derive simboliste, ma aderisce alla realtà con sguardo verista.

 

Annunci

Categorie:Storia dell'Arte

3 risposte »

  1. https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Finsidethestaircase%2Fvideos%2F1071554162909295%2F&show_text=1&width=560
    Silvestro Lega nasce a Forlì nel 1826 ed è uno dei pittori della macchia. Nel novero abbiamo visto Telemaco Signorini, e più di recente Giovanni Fattori, nato nel 1925, il più giovane tra i poeti che gravitano attorno al caffé Michelangiolo. Fattori e Lega sono accomunati da un periodo di studio dei classici della pittura, a seguito del quale entrambi si avvicinano alle novità provenienti da Parigi, la pittura può essere manipolata oltre i canoni convenzionali, per cercare nuovi generi.
    La vita di Lega è scandita da vari periodi aperti e chiusi con naturalezza. Lega vive ospite di famiglie amiche. Di carattere schivo non fece mai commercio dei quadri, restando per questo in condizione di povertà. Tra le ville in cui è ospitato, alla Piagentina, vicino a Firenze, vive un periodo particolarmente felice. Alla Piagentina Lega dipinge, Il pergolato, uno dei capolavori dell’800 italiano. Nell’olio su tela del 1868 donne meriggiano al fresco del pergolato di edera ornato da vasi di coccio. L’atmosfera di calma del tardo pomeriggio toscano arriva fino ai giorni nostri.
    Inside the staircase il blog dedicato all’arte è online, resta connesso per ulteriori aggiornamenti; visita la pagina facebook Inside the Staircase, collegati all’account twitter @ENicodemi, Ciao!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.