Storia dell'Arte

Astrattismo, Kandinsky

L’acquerello di Wassili Kandinsky scelto per la copertina dell’approfondimento e riprodotto di seguito è considerata la prima opera astratta. Nel 1911 Wassili Kandinsky (RUS Mosca 1866- FR Neuilly-sur-Seine 1941) fonda il gruppo del Cavaliere Azzurro. Siamo a Monaco di Baviera e con lui c’è Franz Marc. Al gruppo aderisce tra gli altri Paul Klee (Berna 1878- Locarno 1940) la cui pittura è ricorda come evocativa, suggestiva, rarefatta e raffinata.

Wassily Kandinsky, senza titolo, 1910, acquerello, dim. cm. 50 x 65

Wassily Kandinsky, senza titolo, 1910, acquerello, dim. cm. 50 x 65

Dagli studi di grafica di Paul Klee deriva una particolare attenzione alla linea. Klee riesce ad unirla indissolubilmente al colore. Kandinsky il pittore più importante dell’Astrattismo, da parte sua compie approfondimenti con il secondo viaggio in Germania. Si recò in Germania nel primo decennio del Novecento, tornò in Russia, suo paese natale, a seguito dello scoppio della prima guerra mondiale e nel 1921 fu di nuovo in Germania, dove maturò la sua arte con studi sistematici sul significato di astrazione pura. Le sue opere diventano composizioni pittoriche. Unisce le forme geometriche astratte a colori, insistendo sul contenuto interiore comunicabile dalle forme. Accosta alle forme colori con l’ingegno del mistico. Kandinsky conosce e adopera il magico potere suggestivo del colore conosciuto attraverso lo studio del simbolismo.

alcuni cerchi wassili kandinsky

Wassili Kandinsky, Alcuni cerchi 1926, olio su tela, dim. m 1,40 x 1,40, NY Guggenheim

Gli studi lo portano lontano dalle opere degli anni ’10, dove la forma ispiratrice era ancora presente e riconoscibile. Con l’elaborazione degli intenti programmatici del Cavaliere azzurro, sciolto con la guerra alle porte nel 1913, Wassili Kandinsky riesce nella tendenza a creare una pittura che tiri fuori il mondo intimo dello spettatore. I quadri astratti devono funzionare allo stesso modo di una sinfonia o di una musica. Il pittore astratto non vuole proiettare la propria vita interiore negli oggetti dipinti, piuttosto è intenzionato a solleticare quella dello spettatore, lasciando che il proprio quadro suggerisca una suggestione. Con Alcuni cerchi del 1926 siamo molto distanti dal Kandinsky di Paesaggio con campanile del 1909 dove ancora si riconoscono gli elementi dipinti come ad esempio il campanile e la distesa notturna.

PaesaggioConTorre

Wassili Kandinsky, Paesaggio con campanile, 1909, olio su cartone dim cm 75, 5 x 99,5 , Parigi Collezione Nina K.

Lo stesso si avvicina a “Venezia” opera del 1903 del pittore moscovita. L’esponente dell’astrattismo ha un percorso pittorico riconoscibile. Si va dal “primo Kandinsky” al Kandinsky maturo. Le opere vanno via via perdendo contorni, i colori si fanno sempre più contrapposti e contrastati, sino ad arrivare al vero e proprio salto concettuale. L’arte di Kandinsky è nello spettatore che ammira e trasforma con il proprio intimo quadri in suggestioni.  Stay tuned!

Vassily Kandinsky, Venise n°4 (Venezia n. 4), 1903 circa. Tempera su cartone, cm 40,5 x 56 cm.

Vassily Kandinsky, Venise n°4 (Venezia n. 4), 1903 circa. Tempera su cartone, cm 40,5 x 56 cm.

Annunci

Categorie:Storia dell'Arte

1 risposta »

  1. Il pieno compimento dell’astrattismo arriva gradualmente. Dopo il 1910 i titoli
    delle opere iniziano a prendere riferimenti a temi anziché a descrizione analitica del
    dipinto. Fu indiscutibilmente il Der Baluer Reiter a gettare i semi per lo sviluppo
    dell’ipotesi di fondo: l’arte è estrinsecazione del mondo intimo. Il percorso proposto
    dall’astrattismo è di trasfigurare completamente gli oggetti fino a visualizzare solo
    forme. Il colore ha studio dedicato; la scelta avviene in base ad accostamenti buoni
    per agire sull’inconscio dello spettatore attraverso il suo occhio analogamente all’uso
    della musica attraverso l’orecchio.
    [facebook url="https://www.facebook.com/783693268362054/videos/1016018038462908/" /]
    A proposito di Der Blaue Reiter si accenna in approfondimento e ancora a
    proposito del Cavaliere azzurro è dedicata specificatamente Quote, la citazione nella
    tromba delle scale.
    insidethestaircase.com è un blog dedicato all’arte, resta aggiornato con la
    pagina Facebook Inside the staircase o seguimi su twitter. Stay tuned!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.