Storia dell'Arte

Le avanguardie, il Surrealismo

Quello dei surrealisti è un gruppo non-omogeneo, sebbene sia stato pubblicato del surrealismo un manifesto. Gli intenti dell’avanguardia storica sono ben chiari. Nel 1924 André Breton ordina il movimento artistico come espressione del pensiero a meno del controllo esercitato dalla ragione.

Gli amanti, René Magritte, Moma New York

Gli amanti, René Magritte, Moma New York, 1928

Le interpretazioni del dettato di Breton sono estremamente varie con produzioni di una bellezza desueta.

Le inibizioni dell’io conscio date da preoccupazioni estetiche o morali sono bandite nel tentativo di esprimere l’io interiore in piena libertà. I condizionamenti dati dall’educazione e dalla naturalizzazione sociale sono tenuti al di fuori delle opere surrealiste.

Si dipinge rivelando la realtà recondita. Quella che non è ancora nota neppure a noi stessi o che cerchiamo di seppellire viva o morta.

Il tema fondato dal manifesto deriva dagli studi psicanalitici in auge nel Novecento, con riferimento all’apporto di Sigmund Freud che compie i suoi studi sull’Ego e l’Id nel 1923.

Man Ray (USA, Philadelphia 1890- Fr, Parigi 1976) è un esponente del surrealismo. Il suo contributo è dato con i Rayogrammi, fotografie su lastre non esposte o reciprocamente sovrapposte. L’effetto ottico è di particolare interesse per l’efficacia espressiva del surreale. Le impressioni delle lastre hanno una quantità di casualità che fa scattare la concatenazione di idee tipica degli intenti del movimento. Superare il ragionamento consueto è l’aspirazione del surrealismo. L’opera surrealista risponde alla domanda: Cosa ti fa venire in mente?

rayogramma, firmato Man Ray in basso a dx

rayogramma, firmato Man Ray in basso a dx

Surreale è Joan Mirò (Spagna/ 1893-1983)

Joan Mirò, 1924-25, Il carnevale di Arlecchino

Joan Mirò, 1924-25, Il carnevale di Arlecchino, Albricht-Knos Art Gallery

I frammenti di realtà si trasformano in idealizzazioni, fluttuano in una dimensione irreale, animano lo spazio del subconscio. L’incontro casuale di oggetti è a disposizione per il flusso di associazioni.

Salvador Dalì (Spagna/ 1904-1989) è un’altro eccezionale surrealista si propone di seguito il quadro conosciuto con il nome Sleep. Dipinto del 1937

Salvador Dalì, 1937, Sleep

Salvador Dalì, 1937, Sleep

Le opere del Surrealismo sono talmente forti da aderire alla parola “surreale”. Sono denotative. Il mondo dell’inconscio, le atmosfere del sogno sono state travasate dalla cultura ancora di inizio secolo ai giorni nostri attraverso esse. La richiesta di partecipazione al fruitore è così delicata da essere ineludibile.

Annunci

Categorie:Storia dell'Arte

1 risposta »

  1. Gli artisti appartenenti al surrealismo sono innumerevoli. Nell’approfondimento si è parlato di Man Ray, un americano di Filadelphia trasferitosi in Francia in un particolare periodo della sua carriera artistica, si è scelto René Magritte per la copertina, Joan Mirò di cui si è visto il Carnevale di Arlecchino del 1924-1925 e si è fatto cenno a Salvador Dalì lo spagnolo a cui è consacrata buona parte della città di Barcellona.

    Tra gli altri surrealisti si citano qui Max Ernst e Marcel Duchamp i nomi associati anche alla metafisica Dada, Pierre Roy a Parigi negli anni del fermento surrealista, Yves Tanguy pittore visionario nato a Parigi il 5 gennaio del 1900, infine Paul Delvaux pittore belga le cui opere hanno una particolare clima di silenzio, famoso per i nudi femminili.

    I pittori di cui si è detto si conoscevano, si frequentavano, attirati da De Chirico, centro gravitazionale della Francia del secolo e stretti da André Breton che ci piace immaginare come custode del Surrealismo. Tra le figure satelliti il poeta Jacques Prévert.

    In Le mostre si parla del museo Magritte, non perdere la prossima uscita! Grazie per l’attenzione, Arrivederci da Inside the staircase il blog dedicato all’arte.

    Hai letto il testo del video-editoriale che puoi vedere qui,
    https://www.facebook.com/783693268362054/videos/996975970367115/?theater

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.